entra in:

   Via Islanda, 1/3 - Brindisi      0831.575454            


entra in:

   Via Islanda, 1/3 - Brindisi
   0831.575454
         

CORSO GRATUITO: LINGUA INGLESE liv. B1 – CERTIFICAZIONE CAMBRIDGE

Descrizione del percorso: Preliminary é una certificazione di livello intermedio che dimostra conoscenza della lingua inglese per lavoro, studio e viaggi. Il certificato Cambridge English: Preliminary sarà accettato come certificazione della conoscenza dell’inglese di livello intermedio da migliaia di aziende leader e istituti di istruzione in tutto il mondo.
 
Requisiti per partecipare ai corsi:
  • • Diploma o laurea
  • • età fino 29 anni
  • • non essere studente
  • • non essere lavoratore
Moduli:
  • –Modulo 1. Grammar & Reading
  • –Modulo 2. Writing
  • –Modulo 3. Listening & Speaking
Durata:90 ore, il corso sarà erogato interamente in FAD (online)
INDENNITA’:è previsto un rimborso di 1 euro/ora di presenza, fino a un massimo di  90€
 
Attestazioni: “Dichiarazione degli Apprendimenti” per i partecipanti che avranno frequentato almeno il 70% del monte ore,
Cambridge English: Business Preliminary – CEFR Level B1 BEC Preliminary
Per info e iscrizioni contattare A&D Servizi Integrati – Brindisi:  392 496 2233
Clicca qui per iscriverti: https://bit.ly/3d7Q5DV

Corso GRATUITO: STRUMENTI OPERATIVI PER IL TUTOR FORMATIVO

Descrizione del percorso: Svolge la sua attività in contesti formativi in presenza e online; si relaziona con i docenti e gli studenti per rilevarne le esigenze e migliorare le dinamiche all’interno dei percorsi formativi; interagisce, inoltre, con gli studenti fornendo loro informazioni sul percorso formativo e accogliendo specifiche richieste relative alla formazione e allo stage;
Opera all’interno di strutture pubbliche e private: scuole, università, enti di formazione, etc.
 
Requisiti per partecipare ai corsi:
  • •  Diploma o laurea
  •  • età fino 29 anni
  • • non essere studente
  • • non essere lavoratore
  Moduli:
  • – UF1 – LA PROGETTAZIONE FORMATIVA
  • – UF2 –COMUNICAZIONE INTERPERSONALE e LAVORO DI GRUPPO
  • – UF3 – PIANIFICAZIONE E ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO
Durata: 200 ore, il corso sarà erogato interamente in FAD (online)
INDENNITA’:è previsto un rimborso di 1 euro/ora di presenza, fino a un massimo di  200€
 
Attestazioni: Al termine del percorso, i partecipanti che avranno frequentato almeno il 70% del monte ore, verrà rilasciata  “Dichiarazione degli Apprendimenti.
Per info e iscrizioni contattare A&D Servizi Integrati – Brindisi:  392 496 2233
Clicca qui per iscriverti: https://bit.ly/33EXBD8

INPS: Sgravi contributivi per le aziende che non chiedono la CIG

L’INPS, nella circolare n. 105 del 2020, esamina le regole applicative dell’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per le aziende che non richiedano ulteriori trattamenti di cassa integrazione, secondo la disciplina introdotta dal decreto Agosto. Le indicazioni fornite riguardano la gestione degli adempimenti previdenziali connessi alla misura di esonero contributivo. L’ammontare dell’esonero è pari alla contribuzione non versata per il doppio delle ore di integrazione salariale fruite nei mesi di maggio e giugno 2020, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL.
Con la circolare n. 105 del 18 settembre 2020, l’INPS fornisce le prime indicazioni sull’esonero dal versamento dei contributi previdenziali spettante alle aziende che non richiedono trattamenti di cassa integrazione, ai sensi di quanto disposto dal decreto Agosto.
L’agevolazione spetta nei limiti delle risorse specificatamente stanziate, pari a 363 milioni di euro per l’anno 2020 e in 121,1 milioni di euro per l’anno 2021.
 
Beneficiari
Il beneficio spetta ai datori di lavoro del settore privato, con esclusione di quello agricolo, ed è fruibile entro il 31 dicembre 2020, a condizione che i medesimi datori non richiedano i nuovi interventi di integrazione salariale.
Possono accedere all’esonero in trattazione i datori di lavoro che:
  • – abbiano già fruito, nei mesi di maggio e giugno 2020, degli interventi di integrazione salariale, degli assegni ordinari e dei trattamenti di integrazione salariale in deroga, riconosciuti secondo la disciplina posta in relazione all’emergenza epidemiologica da COVID-19;
  • – che hanno richiesto periodi di integrazione salariale ai sensi del Cura Italia (decreto-legge n. 18 del 2020), collocati, anche parzialmente, in periodi successivi al 12 luglio 2020. 
I datori di lavoro interessati non devono aver fatto richiesta dei nuovi strumenti di integrazione salariale.
Laddove la norma chiede al datore di lavoro di fare una scelta tra l’esonero in trattazione e i nuovi strumenti di integrazione salariale e laddove il datore di lavoro sia lo stesso, la scelta dovrà essere operata per singola unità produttiva.
 
Contribuzioni escluse
Si ricorda, in particolare, che non sono oggetto di esonero le seguenti contribuzioni:
  • – i premi e i contributi dovuti all’INAIL;
  • – il contributo, ove dovuto, al “Fondo per l’erogazione ai lavoratori dipendenti del settore privato dei trattamenti di fine rapporto di cui all’articolo 2120 del codice civile”;
  • – il contributo, ove dovuto, ai Fondi di cui agli articoli 26, 27, 28 e 29 del D.lgs 14 settembre 2015, n. 148;
  • – il contributo destinato al finanziamento dei Fondi interprofessionali per la formazione continua.
Importo del beneficio
L’ammontare dell’esonero è pari alla contribuzione non versata per il doppio delle ore di integrazione salariale fruite nei suddetti due mesi di maggio e giugno 2020, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL.
L’importo dell’esonero così calcolato deve essere, poi, riparametrato e applicato su base mensile per un periodo massimo di 4 mesi e non può superare, per ogni singolo mese di fruizione dell’agevolazione, l’ammontare dei contributi dovuti.
Tale importo può essere fruito, fino al 31 dicembre 2020, per un periodo massimo di quattro mesi e deve essere riparametrato e applicato su base mensile.
Condizioni di spettanza dell’esonero
Il diritto alla legittima fruizione dell’esonero contributivo è subordinato al rispetto, da un lato, delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro e dell’assicurazione obbligatoria dei lavoratori e, dall’altro, da taluni presupposti specificamente previsti dal decreto-legge n. 104 del 2020.
In particolare, per quanto riguarda il rispetto delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro e dell’assicurazione obbligatoria dei lavoratori, l’esonero contributivo di cui si tratta, sostanziandosi in un beneficio contributivo, è subordinato alle seguenti condizioni:
  • – regolarità degli obblighi di contribuzione previdenziale, ai sensi della normativa in materia di documento unico di regolarità contributiva (DURC);
  • – assenza di violazioni delle norme fondamentali a tutela delle condizioni di lavoro e rispetto degli altri obblighi di legge;
  • – rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, sottoscritti dalle Organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.