entra in:

   Via Islanda, 1/3 - Brindisi      0831.575454            


entra in:

   Via Islanda, 1/3 - Brindisi
   0831.575454
         

Bando ISI INAIL 2017 Contributo a fondo perduto fino al 65% per l’adeguamento delle strutture alle normative di sicurezza.

Obiettivo L’Avviso pubblico Isi 2017 ha l’obiettivo: di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori; di incentivare le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, ridurre il livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali, ciò al fine di soddisfare l’obiettivo del miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali dell’azienda agricola mediante una riduzione dei costi di produzione o il miglioramento e la riconversione della produzione assicurando, al contempo, un miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

Soggetti beneficiari Destinatarie del finanziamento sono le imprese, anche individuali, ubicate in ciascun territorio regionale e iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura. Per i progetti finalizzati alla riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (Asse 2) posso partecipare anche gli Enti del terzo settore in possesso dei requisiti di cui all’Avviso pubblico Isi 2017. Per essere considerati ammissibili, i soggetti destinatari dei finanziamenti di cui agli Assi 1, 2, 3, 4 non devono aver ottenuto il provvedimento di ammissione al finanziamento per uno degli Avvisi ISI 2014, 2015, 2016 né per il Bando FIPIT 2014, mentre i soggetti destinatari dei finanziamenti di cui all’Asse 5 non devono aver ottenuto il provvedimento di ammissione al finanziamento per l’Avviso ISI Agricoltura 2016.

Tipologia di progetti ammissibili Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento: Progetti di investimento (Asse di finanziamento 1) Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse di finanziamento 1) Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) (Asse di finanziamento 2) Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (Asse di finanziamento 3) Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Asse di finanziamento 4) – che svolgono attività classificate con uno dei seguenti codici ATECO 2007: C16(industria del legno e dei prodotti in legno e sughero (esclusi i mobili); fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio), C23.2 (fabbricazione di prodotti refrattari), C23.3 (FABBRICAZIONE DI MATERIALI DA COSTRUZIONE IN TERRACOTTA), C23.4(fabbricazione di altri prodotti in porcellana e in ceramica) Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (Asse di finanziamento 5- sub Assi 5.1 e 5.2).

Entità e forma dell’agevolazione Assi 1, 2, 3: sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%. Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. Il finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 Euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 5.000,00 Euro. Asse 4: sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del 65%. Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. Il finanziamento massimo erogabile è pari a 50.000,00 Euro e il finanziamento minimo ammissibile è pari a 2.000,00 Euro. Asse 5 (5.1 e 5.2): sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un finanziamento in conto capitale nella misura del:

– 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole); – 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2 (giovani agricoltori).

Il finanziamento è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. In ogni caso, il finanziamento massimo erogabile è pari a 60.000,00 Euro; il finanziamento minimo è pari a 1.000,00 Euro.

Scadenza Accesso alla procedura online e compilazione della domanda a partire dal 19 aprile 2018 e inderogabilmente fino alle ore 18:00 del giorno 31 maggio 2018. Dal 7 giugno 2018 i soggetti destinatari che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista (120 punti) potranno accedere all’interno della procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo che li identificherà in maniera univoca. Le imprese potranno inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al finanziamento, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda e ottenuto mediante la procedura di download. Le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello ischeda nformatico per l’invio delle domande saranno pubblicati a partire dal 7 giugno 2018.

Pass Imprese

Pass Imprese è lo strumento attraverso cui la Regione Puglia sostiene la Formazione Continua individuale di imprenditori e occupati

Obiettivi generali e finalità dell’Avviso

Promuovere l’utilizzo di voucher aziendali, incentivi economici di natura individualizzata, volti al finanziamento di attività formative di imprenditori e lavoratori

Soggetti proponenti Possono presentare istanza di finanziamento per i voucher aziendali tutte le Imprese, con unità locali nel territorio della Regione Puglia, appartenenti a tutti i settori di attività ad eccezione delle imprese appartenenti alla sezione A e P della classificazione delle attività economiche Ateco 2007. Il soggetto proponente dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti: avere almeno una sede operativa ubicata nel territorio pugliese; essere iscritto alla CCIAA; applicare al personale dipendente il CCNL di categoria; essere in regola in materia di contribuzione previdenziale, assicurativa e assistenziale; essere in regola in materia di imposte e tasse.

Destinatari titolari di impresa commerciale (imprenditori individuali); titolari e soci di impresa artigiana; soci di società in nome collettivo; soci accomandatari di una società in accomandita semplice; soci di società semplice; individuati come “imprenditori” iscritti presso la CCIAA all’atto della candidatura. Lavoratori dipendenti e occupati in una unità locale ubicata sul territorio regionale soci delle imprese di capitale (società s.r.l., S.p.A, S.A.p.A, cooperativa, consortile) iscritti al libro unico del lavoro dell’impresa.

Modalità di presentazione delle domande e termini Le domande dovranno essere inoltrate telematicamente attraverso la procedura on line Avviso n. 2/FSE/2017 – Pass Imprese – PO Puglia F.E.S.R. – F.S.E. 2014-2020.

La procedura per la presentazione delle istanze sarà disponibile a scadenze temporali cosi come indicate nell’avviso e operativa a partire dalle ore 14:00 del giorno di apertura della finestra sino alle ore 14:00 del giorno previsto per la chiusura.

Risorse disponibili € 10.000.000,00 L’Avviso 2/FSE/2017 “PASS IMPRESE” è cofinanziato con risorse derivanti dal Programma Operativo del Fondo Sociale Europeo per il periodo 2014-2020.

Asse prioritario X Investire nell’istruzione, nella formazione e nella formazione professionale per le competenze e l’apprendimento permanente.

Priorità di intervento 10iv – Migliorare l’aderenza al mercato del lavoro dei sistemi d’insegnamento e di formazione Obiettivo specifico 10 e) – Accrescimento delle competenze della forza lavoro e agevolare la mobilità, l’inserimento/ reinserimento lavorativo

Azione 10.6 Interventi di formazione continua e/o specialistica e professionalizzante” Importo massimo contributo pubblico concedibile: voucher imprenditori/Dirigenti € 5.000,00; Lavoratori occupati € 3.500,00.